Per la salvaguardia e la tutela di villa Doria Pamphilj

L' Associazione per Villa Pamphilj, pone come proprio compito quello di perseguire ogni iniziativa atta a salvaguardare e tutelare il complesso territoriale e naturale situato nella città di Roma e denominato villa Doria Pamphilj.

19/03/2021

I viali di villa Pamphilj: pozzolana, calce, bastardoni, cemento!


Salvo che la percentuale di quest'ultimo, autorizzata dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (dunque, del MIBACT, come riportato nel cartello di cantiere dov'è citato il protocollo n. 23233 del 03/10/2018) non deve superare il 30% del totale. Percentuale neanche sfiorata nei lavori in corso nella parte OVEST di villa Doria Pamphilj, visto come questo materiale , mischiato alla pozzolana ed alla calce sia stato impiegato solo nei punti di maggior pendenza e di inserzione tra viali, ovvero dove le acque meteoriche produrranno inevitabilmente l'opera di erosione più marcata. Ancora, il cemento è stato utilizzato come base della canalina laterale di ciascun viale (invece di farne una per lato ed il viale a schiena d'asino), foderata poi di bastardoni (provenienti dalle cave di selce come i sampietrini ma così chiamati perché poco lavorati e meno precisi) in maniera di raccogliere all'interno della concavità l'acqua da far confluire nelle caditoie e di lì, attraverso tubature, a distanza nel terreno. Eccetto che su viale Natalia Gizburg, il viale parallelo al lungo canale di fondovalle, quello che partendo dal laghetto, raggiunge via della Nocetta tagliando completamente in due la parte OVEST della villa: in questo caso, invece di predisporre caditoie e tubature interrate si è scelto di realizzare ogni 30ina di metri uno corto scivolo, identico alla canalina, che ne scarichi direttamente nel canale l'acqua piovana convogliata. Insomma, per quanto abbiamo potuto verificare attraverso un confronto con l'architetto Anna Maria Batti (che ci ha fornito le schede che alleghiamo), con l'architetto Alessandra Pettine e i responsabili dell'azienda, i materiali utilizzati, a parte le due eccezioni citate, sono biocompatibili e drenanti... soprattutto, autorizzati, oltre che dalla citata Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, dalla Sovrintendenza Capitolina e da tutto il "cucuzzaro". Possono non piacere, ma questo non ha nulla a che vedere con la loro conformità ambientale, anche perchè, a villa Pamphilj non sono mai esistiti viali in terra battuta, come invece è convinto chi scambia gli sterrati prodotti dal transito continuato e dall'erosione dell'acqua in tracciati storici. Certo, un progetto esecutivo risalente al dicembre 2018 (DD Rep 1548 del 18/12/2018, come riportato sempre sul cartello di cantiere) e realizzato ad inizio 2021 a qualche mese dalle prossime elezioni amministrative pone qualche interrogativo... nel nostro caso, addirittura una certezza, viste altre informazioni raccolte "dall'interno" ma anche provenienti da altre ville storiche. Aspetto che troviamo estremamente mortificante perché comportamento opportunista e ingannevole identico a quello adottato da tutte le Amministrazioni che hanno preceduto l'attuale. Una delle quali, quella guidata da Francesco Rutelli effettuò i primi ed ultimi grandi interventi sulla villa, grazie ai 52 miliardi di lire dei 3500 stanziati per il Grande Giubileo del 2000. Purtroppo, con metà dei fondi scomparsi immediatamente insieme agli interventi che avrebbero dovuto finanziare, con lavori rivelatisi in breve tempo fatiscenti, ma soprattutto inutili perchè fini a sé stessi e privi di un progetto complessivo di valorizazzione: l'acqua piovana si portò via viali e canaline, i ladri suppellettili e impiantistica (comprese le telecamere di sorveglianza interne... spente!), il tempo, l'assenza di manutenzione e di una corretta destinazione d'uso, via via tutto il resto. Ecco, oggi come allora, rimarremo comunque in attesa di capire se gli attuali interventi finiranno allo stesso modo, ché certe valutazioni possono esser formulate correttamente solo dopo un po' di tempo... e di utilizzo, ovviamente. I progettisti ci dicono che proprio l'utilizzo migliorerà l'aspetto di viali appena realizzati e decisamente in contrasto cromatico con quanto li circonda: quel che è più importante è comunque che "tengano": tengano l'acqua, tengano i veicoli di servizio (del Servizio Giardini ma anche delle Forze dell'Ordine e di Pronto Intervento) e permettano ad anziani, disabili, carrozzine e bambini di vivere la villa come tutti gli altri. Anche come coloro che, sui social, in queste ultime settimane si sono improvvisati botanici, ingegneri, architetti, guru ambientalisti rappresentando e condividendo in maniera ossessiva, talvolta tracimante odio, una fiumana di fesserie e di immagini capziose: attraverso quelle, un albero leggermente scortecciato da un veicolo in manovra (purtroppo capita) è diventato "STANNO SCORTECCIANDO TUTTI GLI ALBERI LUNGO I VIALI!"; i 20 pruni messi a dimora a metà degli anni '90 e abbattuti perchè colpiti dalla malattia (ma immediatamente sostituito con 60 della stessa specie) si è trasformato in "STANNO TAGLIANDO TUTTI ALBERI SANI, GIOVANI E PIENI DI GEMME PERCHE' ODIANO L'AMBIENTE!"; un falò acceso in un giorno particolarmente rigido dagli operai sul viale, è stato rilanciato in un "HANNO TAGLIATO GLI ALBERI LUNGO I VIALI E LI STANNO BRUCIANDO TUTTI!"... e poi, "STANNO CALANDO L'ASFALTO, IL BITUME, IL CEMENTO" (in questo caso intendendo chiaramente il CALCESTRUZZO), "STANNO REALIZZANDO AUTOSTRADE, STANNO CALANDO IL CEMENTO NEL CANALE E LO DISPERDONO NEI BOSCHI", "STANNO UCCIDENDO LE PIANTE E GLI ANIMALI, STANNO TOMBANDO GLI ALBERI"... insomma, l'Apocalisse. Qualcuno, durante un fine settimana, ha addirittura danneggiato diversi tratti di recinzione e si è introdotto all'interno del cantiere (per questo motivo, è stata depositata una denuncia presso la Stazione Carabinieri "Gianicolense") mentre altri, sui social, proponevano di recarsi tutti insieme a picconare i viali restituendo la libertà agli alberi imprigionati... nel cemento, inutile dirlo! Ecco, sarebbe il caso di fermarsi un attimo, di informarsi correttamente e di misurare con attenzione chi diffonde in maniera compulsiva allarmi e valutazioni palesemente personalizzate. O interessate, magari perchè le elezioni amministrative non si stanno avvicinando solo per chi è attuale maggioranza... Vai al post FB>https://cutt.ly/LxpHCoA Leggi e guarda anche: VIDEO: "I nuovi viali di villa Pamphilj: ma quale cemento?"> https://cutt.ly/XxiYqLh "Bruno... er pruno"> https://cutt.ly/UxyGu5V "Perché hanno tagliato 20 pruni su viale Alda Costa?"> https://cutt.ly/clhufVA "Alda o Ada... basta che tolgono di mezzo quel tubo!"> https://cutt.ly/kk6dZAU "Villa Pamphilj: un sanpietrino alla volta, rinasceranno i viali?"> https://cutt.ly/tksZO7l "Torneranno i viali..."> https://cutt.ly/ghdZrYo