PER DOVERE DI CRONACA…


15/10/2021

PER DOVERE DI CRONACA…



Per dovere di cronaca e di verità, e per contrastare le fake news diffuse ancora oggi da coloro che NON hanno mai avuto parte nell’individuazione dei responsabili della lunga serie di atti vandalici compiuti a villa Doria Pamphilj durante il lockdown dello scorso anno, e che ne “confezionarono” quale responsabile un 29enne rumeno che il GIP fece uscire da Regina Coeli a 6 ore dal fermo (NON arresto) vista l’assenza di ogni prova… 29enne individuato a febbraio (tre mesi prima) dall’Associazione per Villa Pamphilj che lo segnalava alla stazione Carabinieri competente, di nuovo fatto identificare a inizio marzo 2020 dai Carabinieri del IV Reggimento a cavallo e ancora, individuato e segnalato ai Carabinieri della stazione “Gianicolense” dopo che alcuni media, la Sindaca Virginia Raggi e il signor Marco (Andrea?!) Doria (indicato da lei come presidente di una struttura di cui non risulta alcun atto istitutivo nei documenti di Roma Capitale) lo avevano segnalato come “rispedito in Romania” (aspetto già curioso, visti i reati)… oggi, dicevamo, costoro hanno ritirato in Campidoglio la medaglietta “per essersi distinti nell’attività di prevenzione e repressione degli atti vandalici perpetrati all’interno di Villa Doria Pamphilj fatta oggetto di numerosi danneggiamenti di beni artistici e architettonici” (TESTUALE).
Mentre i reali e tutti i responsabili di quegli atti vandalici continuano a rimanere ignoti e nutrendo la massima fiducia nei confronti della Magistratura, l’Associazione per Villa Pamphilj rimane in attesa che questo e molto altro di quanto accaduto dal 2017 a oggi a villa Pamphilj come anche in altri luoghi della Città, venga chiarito.
Ed eventuali responsabilità, omissioni, ruoli e mistificazioni riportate al veritiero svolgimento dei fatti.
Vai al post FB>https://cutt.ly/HRsPDqf